Il cantiere del GRAB

PRESENTAZIONE DEL PERCORSO DI CONFRONTO E PARTECIPAZIONE APERTO A CITTADINI, ASSOCIAZIONI E REALTA ‘TERRITORIALI PER LA CONDIVISIONE DEL PROGETTO GRAB (GRANDE RACCORDO ANULARE DELLE BICI) 

Il GRAB, il  Grande Raccordo Anulare delle Bici , è il progetto partecipato per la realizzazione di un anello ciclopedonale accessibile a tutti che si sviluppa per 45 chilometri all’interno della città di Roma. Frutto di un lavoro collettivo coordinato da VeloLove , che ha coinvolto cittadini, comitati, associazioni e istituzioni, il GRAB è un’infrastruttura leggera e ad alta redditività ambientale, sociale, economica e culturale, un’opera pubblica utile studiata per migliorare i luoghi che attraversa senza aggiungere volumetrie e cemento in un territorio massivamente edificato.

La realizzazione del GRAB è accompagnata da obiettivi ambiziosi: la pedonalizzazione dell’Appia Antica , lo sviluppo di una rete ciclabile metropolitana, l’attivazione di interventi diffusi di rigenerazione delle periferie e di rifunzionalizzazione di spazi marginali e degradati.

Il 2021 è l’anno in cui si parte con la fase progettuale e, per questa ragione si sente maggiormente l’esigenza della collaborazione dei cittadini e delle associazioni   che vivono il territorio e possono quindi aiutare al miglioramento della sua realizzazione.

Per questa ragione nascono  i laboratori di partecipazione,  in collaborazione con  Roma Servizi della Mobilità

L’obiettivo del processo partecipativo è quello di coinvolgere la città, i quartieri attraversati, i cittadini e gli stakeholder durante la fase più realizzativa del GRAB, coinvolgendo tutti i soggetti che un vario titolo potrà candidarsi ad adottare i vari tratti del percorso. Il processo bottom up del GRAB invita, come suo naturale completamento, alla sperimentazione di un percorso di partecipazione pubblica affinché la comunità locale sia sensibilizzata e possa rafforzare il proprio senso di responsabilità e l’appartenenza al territorio, nonché possa
ipotizzare nuove opportunità economiche e di fruizione delle risorse territoriali. Tutti i quartieri interessati hanno già espresso in questi anni la volontà di inserire le indicazioni proposte dai cittadini partecipanti nelle scelte pianificatorie e di trasformazione del territorio. Il Piano di
Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE), elaborato dal Comune di Roma, diviene pertanto un’ottima occasione un coordinamento per ottimizzare idee e iniziative di valorizzazione e fruizione del territorio. Il laboratorio di partecipazione avrà il compito di stimolare la miglior qualità dell’opera pubblica, di facilitare l’ideazione di attività, di iniziative, di strategie atte a
garantire la valorizzazione dell’ambiente e la nascita di attività economiche compatibili, l’identificazione di priorità e di indicazioni specifiche di cui tenere conto nella fase realizzativa, nonché l’eventuale elaborazione di idee per la futura cura e manutenzione del GRAB.

I laboratori saranno divisi in tratte e saranno organizzati in sequenza:

Il Cantiere del GRAB – 14 gennaio 2021

Presentazione del percorso di partecipazione aperto a cittadini, associazioni e realtà territoriali per la condivisione del progetto GRAB

L’area di via di San Gregorio – 22 gennaio 2021

L’Appia Antica e il patrimonio archeologico capitolino – 29 gennaio 2021

Il nodo di Villa Gordiani e l’area del Parco Lineare (dati da definire)

L’area di via Guido Reni (data da definire)

L’area del Parco dell’Aniene (dati da definire)

Il GRAB e l’accessibilità universale (data da definire)

Il GRAB e la multimodalità (dati da definire)

Il GRAB, la green economy e il turismo (dati da definire)

Per partecipare scrivete a: velolove.grab@gmail.com

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email